Caviro

“Con l’uva facciamo il vino, con gli scarti miglioriamo il mondo”

Il Gruppo Caviro racconta il valore della sua economia circolare

Con la nuova campagna sul Valore, attiva dal 15 marzo su quotidiani, periodici e web, il Gruppo Caviro racconta il proprio modello di economia circolare. In Caviro la sostenibilità si esprime in ogni passaggio della filiera: dal vigneto all’imbottigliamento, dagli scarti alla loro trasformazione in prodotti nobili, perché “dell’uva non si butta via niente”.

I protagonisti della nuova campagna sono gli acini spremuti che prendono forma in gioielli preziosi: anelli, collane e orecchini. Ad accompagnarli, il claim: “Con l’uva facciamo il vino, con gli scarti miglioriamo il mondo”

“Abbiamo deciso di comunicare il valore della nostra sostenibilità con immagini evocative – afferma Sara Pascucci, Responsabile Comunicazione Gruppo Caviro -. La campagna multi-soggetto nazionale rappresenta un passo importante per consolidare, con una pianificazione su stampa e digitale, il posizionamento di Caviro e presentarci anche al grande pubblico come un modello di riferimento per il mondo dell’economia circolare”.

L’obiettivo è raccontare lo straordinario valore degli scarti dell’uva e della vite, con i quali ogni anno Caviro produce energia elettrica e termica, riduce le emissioni di CO2, depura acqua, crea prodotti nobili, come biocarburante e fertilizzanti naturali per concimare le proprie vigne e poter riavviare la produzione. 

Uno straordinario circolo virtuoso che pone al centro la sostenibilità, il rispetto per le persone e per l’ambiente: questi sono i Valori del Gruppo Caviro.